COLD SCAPES_Paesaggi Irrisolti

COLD SCAPES _ Paesaggi Irrisolti

Dal: 29.01 – 01.02.2016

invitobologna

 

 

 

 

 

 

Ex Ospedale degli Innocenti, Sala ex Chiesa Santa Maria degli Angeli Via M. D’Azeglio, 41

Bologna

Inaugurazione Venerdì 29.01.2016   h. 18,00 – 21,30

Orari: venerdì 18,00 – 21,00; Sabato 11,00 – 24,00; Domenica 11,00 – 20,30; Lunedì 11,00 -14,00

In concomitanza con ARTEFIERA Bologna 2016 ed ART CITY Bologna 2016, l’Associazione Italian Art Promotion presenta una mostra di Nicola ELIA, nell’Ex Ospedale degli Innocenti, Sala ex Chiesa Santa Maria degli Angeli, in Via M. D’Azeglio, 41, Bologna.

In COLD SCAPES _ Paesaggi Irrisolti, Nicola ELIA propone la naturale e più recente evoluzione della sua complessa ed articolata ricerca artistica, ancora una volta caratterizzata dalla presenza determinante del “progetto”, da intendersi quale necessità personale e genetica, non foss’altro che per quel suo lungo e costante operare nell’ambito dell’architettura, quel “regno dell’ombra” tanto caro ad Arturo Martini.
Facendo sì che le superfici ferrose, sulle quali il tempo ha lasciato un susseguirsi di tracce e di variazioni cromatiche, dialoghino con presenze altre, diversamente materiche e fino a quel momento nascoste, provenienti anch’esse da un passato che si riattualizza, sollecitando riflessioni, scoperte e riscoperte di legami e significati.
Ed è proprio su questo sottile e persistente dialogo che, a detta del critico d’Arte Toti Carpentieri, l’artista leccese costruisce, tra equilibri e tensioni, le recenti pitto/sculture o sculto/pitture che, per certi versi e grazie ad espliciti riferimenti formali e cromatici, rimandano alla percezione di rarefatte ed allusive atmosfere morandiane.

Suggestioni che, negli spazi dell’ex Ospedale degli Innocenti, sembrano quasi accennare ad un esplicito omaggio alla città di Bologna.
info: www.nicolaelia.it info@nicolaelia.it

Tracce per un’autorappresentazione

Dal 4 marzo fino al 3 aprile sarò presente al centro per l’arte contemporanea Open Space di Catanzaro per l’evento denominato “Tracce per un’autorappresentazione”.

Tracce

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ogni artista è stato invitato a rappresentare se stesso − la propria personalità-identità − secondo le modalità che ha ritenuto più opportune, utilizzando il proprio linguaggio (pittura, scultura, fotografia, ecc.).

Per questa occasione mi sono voluto mettere a nudo riflettendo sul mio essere più intimo che connota il mio lavoro.

In questa immagine c’è tutta la mia Vanitas, il mio ultimo lavoro.

VANITAS

 

 

 

 

 

 

 

La mostra sarà visitabile sino al 3 aprile, nei seguenti giorni ed orari: martedì, mercoledì e venerdì dalle ore 17.00 alle ore 20.00 e per appuntamento. Ingresso libero.

Info: Open Space, via Romagna, 55, Santa Maria di Catanzaro, telefono: 0961.61839 email: openspace.artecont@teletu.it